Mercoledì 29 Marzo

Aggiornamento: Martedì 28 Marzo - 17.29
Previsione meteo a cura di:

Sintesi: 

Alta pressione in grande spolvero, sole e clima mite.

Consigli

Mattino:

Mattinata serena ovunque, sia su Liguria che basso Piemonte.

Pomeriggio: 

Pomeriggio che proseguirà in compagnia di un bel sole primaverile, cielo sereno ovunque e clima dal sapore primaverile.

Temperature: 

In lieve aumento generale con valori miti e piacevoli, nelle vallate dell'entroterra di notte e al primo mattino farà piuttosto freddo.

Temperatura Minima: 
11°
Temperatura Massima: 
17°
Vento: 

Tramontana sino a metà mattinata, poi in rotazione da sud. Brezze.

Mare: 

Poco mosso.

Giovedì 30 Marzo

Aggiornamento: Martedì 28 Marzo - 17.29
Previsione meteo a cura di:

Sintesi: 

Un'altra giornata primaverile e con un bel cielo azzurro.

Mattino:

Tempo stabile, cielo sereno sia sulla Liguria che sul basso Piemonte con temperature primaverili, anche se al mattino l'aria sarà piuttosto frizzante in particolare sull'entroterra e in Piemonte.

Pomeriggio: 

Pomeriggio senza variazioni, sole e cielo sereno.

Temperature: 

Stazionarie, di giorno si aggireranno sui 18-20 gradi.

Temperatura Minima: 
10°
Temperatura Massima: 
19°
Vento: 

Da nord sino a metà mattinata, a regime di brezza e da sud nel pomeriggio.

Mare: 

Calmo o poco mosso.

Venerdì 31 Marzo

Aggiornamento: Martedì 28 Marzo - 17.30
Previsione meteo a cura di:

Ritratto di fede94
"fede94"
Sintesi: 

Giornata di sole, simile alle precedenti, anche se avremo maggiori velature. Purtroppo dal pomeriggio / serata avremo un aumento delle nubi da ponente.

Previsione:

Bel tempo e cielo sereno o al più velato, nel pomeriggio avremo un graduale aumento della nuvolosità a partire da ponente.

Seguite i prossimi aggiornamenti.

Temperature: 

Stazionarie, valori decisamente miti nelle ore centrali del giorno in particolare lontano dalle coste.

Temperatura Minima: 
10°
Temperatura Massima: 
18°
Vento: 

A regime di brezza da nord. Successiva impostazione da sud-est in graduale rinforzo dalla notte.

Mare: 

Calmo o poco mosso.

Sabato 01 Aprile

Aggiornamento: Mercoledì 29 Marzo - 00.07
Previsione meteo a cura di:

Ritratto di fede94
"fede94"
Previsione:

Tempo in peggioramento con nuvolosità diffusa e qualche locale rovescio/temporale sui rilievi e sulla pianura piemontese. Non mancheranno locali schiarite, specie lungo le coste.
Seguite con attenzione i prossimi aggiornamenti.

Temperature: 

In netto calo nei valori massimi.

Temperatura Minima: 
11°
Temperatura Massima: 
15°
Vento: 

Inizialmente moderato/teso da sud-est sul levante ligure, da est/nord-est sul ponente; dal pomeriggio-sera graduale e generale virata a nord-est (sempre moderato).

Mare: 

Mosso.

Domenica 02 Aprile

Aggiornamento: Mercoledì 29 Marzo - 00.07
Previsione meteo a cura di:

Ritratto di fede94
"fede94"
Previsione:

Domenica instabile; avremo rovesci e locali temporali diffusi sul centro-ponente ligure (specialmente aree interne) e basso Piemonte, fenomeni più sporadici a levante.
Seguite i prossimi aggiornamenti.

Temperature: 

In calo ulteriore.

Temperatura Minima: 
Temperatura Massima: 
13°
Vento: 

Teso da nord, nord-est.

Mare: 

Mosso a largo e sul ponente, stirato lungo le coste del levante.

Approfondimenti

Possibile neve a bassa quota tra venerdì pomeriggio e sabato?

Ritratto di Danineve
Pubblicato Martedì, 24 Gennaio, 2017 - 20:17 da Daniele "Danineve" Gori

Dopo la nevicata mancata del weekend scorso con ovvia delusione di chi ama e aspetta la neve in Liguria, ci troviamo nuovamente a commentare un nuovo possibile scenario nevoso per la Liguria tra venerdi pomeriggio e sabato, e a questo giro con probabilità di realizzo maggiori.

La dinamica a cui andremo incontro sarà ben diversa rispetto a quella della volta scorsa: ricorderete i nostri approfondimenti in cui si parlava di una bassa pressione in risalita dall'Africa e che avrebbe portato la neve in Liguria solo qualora fosse salita abbastanza di latitudine, tanto da garantire quel minimo di apporto umido da poter determinare fenomeni. E cosi non è stato, ad eccezione per l'estremo lembo sud occidentale del Piemonte (basso cuneese) e di parte della val Bormida occidentale (Bardineto - Calizzano) che hanno visto una debole spolverata fino a fondovalle.

Questa volta ci troviamo a commentare uno scenario diverso e diciamo anche più intrigante: non sarà più una depressione mediterranea a dettare le sorti meteo della Liguria, ma una corposa saccatura di estrazione artico marittima che durante la giornata di venerdi 27/1 è prevista "tuffarsi" nel Mediterraneo occidentale. A seguito di tale entrata si verrà a creare un minimo di bassa pressione che i modelli matematici vedono formarsi entro venerdi pomeriggio-sera a nord delle isole Baleari: da ciò ne scaturirà l'attivazione di correnti umide meridionali che raggiungeranno la Liguria e le regioni del nord ovest con un conseguente peggioramento delle condizioni meteorologiche.

In contemporanea a tale affondo affluirà da est aria fredda, alimentando ulteriormente il freddo già presente sul catino padano e conseguentemente aumentando le chance nevose a quote basse nell'entroterra ligure (segnatamente genovese di ponente ma soprattutto tutto l'entroterra savonese) e sul cuneese-alessandrino.

Modello GFS - Geopotenziali e pressione al suolo per venerdi pomeriggio.

Preferiamo non sbilanciarci ancora circa la quantità di neve che potrà cadere nel nostro entroterra e le rispettive quote, ma soprattutto è ancora troppo presto per parlare di un eventuale interessamento nevoso del settore costiero. Se confermata tale dinamica la neve sicuramente cadrà a quote molto basse tra il savonese e genovese di ponente a partire dal tardo pomeriggio di venerdi e per gran parte di sabato, ma prima di affermare se anche la costa avrà buone probabilità di vedere i fiocchi bianchi occorre ancora valutare due importanti e fondamentali parametri:

1) Le temperature dei prossimi due giorni sul basso Piemonte e alle spalle di Genova e Savona, ovvero da dove il richiamo di Tramontana Scura al suolo pescherà l'aria fredda. Fondamentali le temperature minime di venerdi mattina, non tanto sulla costa quanto appunto nell'entroterra e specialmente su alessandrino e cuneese.

2) La reale entità dei fenomeni: più le precipitazioni saranno intense, maggiore sarà l'omotermia della colonna d'aria e quindi più probabilità di vedere la neve fino a ridosso delle coste. I modelli ad alta risoluzione di giovedi ci chiariranno meglio con che precipitazioni avremo a che fare e quali tempistiche, tutto dipenderà da dove andrà posizionarsi il minimo depressionario.

Domani avremo sicuramente un quadro più chiaro e definitivo pertanto vi invitiamo a seguire i prossimi aggiornamenti, seguiteci anche sul LIVE e sul nostro FORUM con la discussione inerente alle emissioni modellistiche.